Navigation

Annamaria Franzoni lascia il carcere

ansa

Alla donna, condannata per il delitto di Cogne, sono stati concessi gli arresti domiciliari: "Non c'è il rischio che uccida ancora"

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 giugno 2014 - 15:07

Annamaria Franzoni lascia il carcere. Alla donna, condannata in Italia a 16 anni per l'omicidio del figlio Samuele a Cogne, nel 2002, sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Lo ha deciso oggi, giovedì, il Tribunale di sorveglianza di Bologna, accogliendo così l'istanza inoltrata dalla difesa.

Il collegio ha sciolto la riserva dopo l'udienza di martedì, dove era stata discussa una perizia psichiatrica che aveva escluso il rischio di recidiva di "figlicidio". Da sei anni rinchiusa in cella, stando ad alcune indiscrezioni avrebbe lasciato il penitenziario già nelle prime ore del pomeriggio. Il caso suscitò non poco clamore in Italia per l'assassinio, con 17 colpi di un oggetto contundente, di Samuele, un bambino di tre anni, lasciato solo in casa, in Val d'Aosta.

Red. MM/ANSA/bin

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.