Navigation

Petrolio dai rifiuti plastici, Vienna ci prova

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2019 - 21:32
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 16.9.2019)

Avviato in Austria un progetto teso a trasformare i rifiuti di plastica in carburante diesel.

Imballaggi di plastica si ritrovano in tutto il pianeta, delle vere e proprie isole di rifiuti sono sorte sulla spinta delle correnti oceaniche e l'assunzione di frammenti plastici mette a rischio numerose specie ittiche.

Per tentare di risolvere il problema è stata avviata una quindicina di anni fa una sperimentazione in Austria denominata Re-Oil. Alla periferia di Vienna la Omv tritura rifiuti di plastica e li fa fondere.

A conclusione del processo viene ottenuto di nuovo petrolio, che una volta raffinato si trasforma in carburante diesel, e plastica riciclata pronta a nuovi usi. Il progetto è in fase matura ma non tutti gli aspetti sono risolti.

Nei piani della società c'è la realizzazione di un impianto con capacità di 20'000 tonnellate e il trattamento di un terzo di tutti i rifiuti plastici austriaci. L'ultimo tassello che manca, decisivo per la sorte finale del progetto, riguarda la sostenibilità economica dell'impresa. Solo nei prossimi anni sarà possibile sciogliere le residue riserve.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.