Navigation

Alluvione nel Gargano

sanmarcoinlamis.eu

Strade e case invase da fango e detriti a San Marco in Lamis, Foggia; evacuate alcune famiglie

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2014 - 16:28

Una trentina di famiglie ha dovuto lasciare la propria casa a San Marco in Lamis, comune del foggiano investito da un violento nubifragio nella notte tra mercoledì e giovedì. Una decina gli automobilisti, due i camionisti, soccorsi perché rimasti bloccati su strade invase da fango e detriti.

In mattinata, sotto una pioggia che non ha mai smesso di cadere, il sindaco del comune Angelo Cera ha riferito di "case piene di acqua e fango", "diverse frane" e "vere e proprie bombe d'acqua". Lo stesso sindaco ha stimato la zona da evacuare in" un territorio di un chilometro e mezzo, abitato da circa 6000 persone".

L'assessore alla Protezione Civile della Regione Puglia, Guglielmo Minervini, ha confermato per ora che 100, 150 abitanti sono stati trasferiti in centri d'accoglienza. "Non è a rischio la vita di persone", ha detto Minervini, ma la situazione è "molto seria perché il Candelaro ha tracimato: non è mai accaduto prima e ci sono problemi per la transitabilità delle strade e sta smottando la roccia di una collina".

Intanto, la sezione regionale pugliese di Coldiretti riferisce che quest'estate, nella provincia di Foggia, "è caduto fino al 150% di pioggia in più che ha messo a rischio la stabilità idrogeologica di ampie aree". La percentuale è in rapporto ai dati di riferimento del periodo 1971-2000.

ANSA/red

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.