Navigation

Abusi sui minori, i vescovi negligenti saranno rimossi

Nuova offensiva di papa Francesco contro la pedofilia all'interno della Chiesa

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2016 - 21:20

Papa Francesco ha pubblicato oggi, sabato, una lettera apostolica con cui stabilisce con più chiarezza rispetto al passato la procedura che, in base al canone 193 già esistente, può portare alla rimozione dei vescovi che compiono omissioni nel caso di sacerdoti colpevoli di abusi sessuali su minori.

La lettera precisa che fra le "cause gravi" che giustificano la rimozione degli uffici ecclesiastici, anche dei vescovi, vi è la negligenza riguardo a casi di abusi sessuali compiuti su minori o adulti vulnerabili. E la "negligenza" può riguardare le eventuali omissioni e coperture.

Si tratta di una legge che stabilisce una procedura da seguire per l'attuazione del canone 193. L'istruttoria sui casi di negligenza spetta alle Congregazioni competenti. Trattandosi altresì di decisioni importanti sui vescovi, l'approvazione specifica dipende dal Santo Padre che si avvale, per la sua decisione definitiva, di un neo costituto Collegio di giuristi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.