Navigation

L'ape gigante di Wallace è ricomparsa

È stata riscoperta su un'isola indonesiana l'ape più grande del mondo - la Megachile pluto, chiamata anche ape gigante di Wallace - una specie che si pensava fosse ormai estinta poiché l'ultimo esemplare di questo insetto era stato osservato quasi 40 anni fa.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2019 - 21:04
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


L'ape gigante di Wallace, dal nome del naturalista britannico Alfred Russel Wallace che la scoprì sull'isola indonesiana di Bacan, era stata avvistata una prima volta nel 1858, poi aveva fatto perdere le proprie tracce.

Fino al 1981, quando l'entomologo americano Adam Messer aveva osservato alcuni esemplari su tre isole indonesiane e ne aveva studiato il comportamento. In seguito, per 38 anni, nessuno aveva più visto l'ape gigante di Wallace.

L'attuale scoperta è stata fatta da un team guidato da Clay Bolt ed Eli Wyman - scrive Newsweek - che ha organizzato una spedizione sull'isola indonesiana di North Moluccas e dopo cinque giorni di pazienti ricerche ha trovato un esemplare femmina che viveva in un nido di termiti su un albero a circa 2,4 metri dal suolo. Le femmine di questa specie possono raggiungere una lunghezza di 3,9 cm con un'apertura alare di circa 6,3 cm.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.