Navigation

14 morti per Mers in Corea del Sud

La sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus preoccupa le autorità sanitarie, "L'epidemia è ampia e complessa"

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 giugno 2015 - 16:26

Non si allenta la preoccupazione attorno al virus della sindrome respiratoria del Medio Oriente, la cosiddetta Mers che si è propagata in Corea del Sud. In questo paese i decessi per il coronavirus Mers sono saliti a 14, mentre il numero delle persone contagiate è cresciuto a 138. L'Organizzazione mondiale della sanità ha definito l'epidemia ampia e complessa e ammette che molti contagi sarebbero potuti essere evitati. L'unico aspetto positivo è che finora il virus non si è modificato e la sua trasmissibilità non sembra aumentata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.