Navigation

"Nessun partito può formare un governo da solo"

Persa la maggioranza assoluta in Parlamento del partito AKP

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2015 - 21:25

Turchia: il presidente Erdogan è uscito sconfitto dalle elezioni di domenica scorsa e il suo partito islamico AKP ha perso la maggioranza assoluta in Parlamento.

I partiti di opposizione hanno ottenuto in Parlamento 292 seggi su 550. La novità più rilevante è l'ingresso del partito curdo Hdp, che ottiene 79 seggi e permette alla nipote del leader imprigionato del Pkk, Abdullah Ocalan, di essere eletta. L'incertezza politica si riverbera sui mercati: la borsa di Istanbul in apertura ha segnato un tonfo dell'8,2%, mentre la lira turca scende del 5%.

"In questo nuovo processo che ha avuto inizio dopo le elezioni, per la stabilità e la fiducia nel nostro paese e per la tutela della nostre conquiste democratiche occorre che tutti i partiti politici mostrino la sensibilità necessaria. È molto importante che adottino un comportamento responsabile", l'appello lanciato ai partiti dal presidente.

Per la Turchia si apre dunque un nuovo quadro politico, fatto anche di incertezze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.