Navigation

'Lectio magistralis' a Lugano per Napolitano

tvsvizzera

Assisterà a una conferenza di Mario Botta e Carlo Ossola all'USI. Streaming dell'evento sul sito tvsvizzera.it dalle 13

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2014 - 14:10

Il presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, dopo la prima giornata della visita di stato di ieri a Berna, oggi, 21 maggio, accompagnato dal presidente della Confederazione Didier Burkhalter e dalle rispettive delegazioni, sarà Lugano, ospite dell'Università della Svizzera italiana. In Ticino Napolitano sarà ricevuto dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino e parteciperà alla conferenza «Il valore dell'intreccio culturale tra Svizzera e Italia». La Conferenza sarà tenuta dall'Architetto Mario Botta (fondatore dell'Accademia di architettura dell'USI) e dal Professor Carlo Ossola (direttore dell'Istituto di studi italiani dell'USI).

I due Presidenti saranno ricevuti alle 13 dal Presidente del Consiglio di Stato del Canton Ticino Manuele Bertoli e dal Presidente dell'USI Piero Martinoli.

Una visita attesa

L'ultima visita di un presidente italiano in Svizzera risale al maggio 2003, con Carlo Azeglio Ciampi. Sul territorio elvetico vivono circa mezzo milione di italiani. Secondo l'Ufficio federale di statistica, inoltre, nel 2013 un quarto dei 278'500 frontalieri che lavorano in Svizzera provenivano dall'Italia.

Streaming su tvsvizzera.it dalle 13

La lezione (che sarà in Aula magna e su invito www.napolitano.usi.chLink esterno), sarà anche trasmessa in diretta streaming sul nostro portale e proiettata in auditorio.

Nel pomeriggio Giorgio Napolitano rientrerà a Roma.

tvsvizzera

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.