Navigation

"Europa presente"

Renzi con Haider Al Abadi ANSA

Renzi garantisce all'Iraq il supporto e l'amicizia di Europa e Italia. Sì alle ermi per i curdi dal parlamento italiano

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 agosto 2014 - 16:22

"L'Europa non volterà le spalle all'Iraq". Così, in buona sostanza il premier italiano e presidente di turno della Commissione europea Matteo Renzi, giunto stamane a Baghdad per una visita lampo.

Sia nell'incontro con il presidente dimissionario Al Maliki che in quello con Haidar Al Abai, colui che è stato incaricato di formare il nuovo governo, Renzi ha ribadito che l'Europa deve avere un ruolo importante nel paese per individuare una strategia chiara per farlo uscire dalla tragica situazione in cui versa. Questo anche considerando l'importanza che l'Iraq riveste per la stabilità dell'area intera.

La conversazione con Al Abai è stata incentrata sui temi della sicurezza e della lotta al terrorismo anche in riferimento alla decapitazione del giornalista americano Foley per mano dei jihadisti.

Renzi ha espresso amicizia e vicinanza sia dell'Italia sia dell'Europa ricordando come proprio oggi sia arrivato il sesto aereo di aiuti umanitari.

Si alle armi per i curdi

Nel frattempo, in Italia le Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato discutevano dell'impegno del Governo italiano a favore dell'invio di aiuti militari (armi leggere soprattutto) ai soldati curdi che si oppongono alle forze jihadiste dell'Is. La decisione è stata favorevole, come postato direttamente dal ministro degli esteri Federica Mogherini su Twitter.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.