Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

È la musica ad unire Israele e Palestina

Duetto di Noa e Mira Awad alla Festa dell'Unità di Bologna

Il loro concerto ha aperto la Festa nazionale de l'Unità di Bologna. Due cantanti, l'israeliana Noa e la collega Mira Awad, cittadina israeliana anche lei ma di origini palestinesi, su uno stesso palco, hanno scaldato i cuori di migliaia di persone portando un messaggio di pace. La loro collaborazione è cominciata nel 2009 quando presentarono allo Eurovision Song Contest la canzone "There must be another way".

Negli anni hanno ricevuto sostegno da milioni di persone ma anche critiche dalle voci più estremiste e intransigenti. Solo un mese fa, la data milanese del concerto di Noa è stata cancellata dall'associazione Adei-Wizo-Donne ebree d'Italia dopo le sue dichiarazioni. La star israeliana aveva detto: "Ho incontrato Abu Mazen a Ramallah. Credo che il leader palestinese voglia veramente la pace con Israele, ma purtroppo non posso dire lo stesso del mio premier".

Noa ha raccontato di aver deciso di esprimere la sua opinione pubblicamente nel 1995: "Ero presente all'omicidio di Yitzhak Rabin. Sono rimasta talmente scossa nell'anima e nella mente che ho deciso che parlare apertamente di politica era un mio dovere. Ho pagato sempre un prezzo molto alto per questo, non c'è dubbio". Ciononostante, le artiste continuano ad intervallare i loro pezzi dal palco con pensieri, racconti e poesie che contengono forti messaggi.

Eva Pedrelli

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×