Navigation

È il giorno della verità per la Grecia (e non solo)

Lunghe code davanti ai seggi per il referendum sul contestato piano di aiuti della triade Bce-Ue-Fmi

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2015 - 14:45

Urne aperte e affluenza altissima (sarà ben al di sopra del 40% degli aventi diritto necessario per la sua validità) in Grecia per il referendum indetto dal premier Tsipras sul contestato piano di aiuti proposto dai creditori internazionali (Bce-Ue-Fmi). "La democrazia vince sulla paura, saremo da esempio per gli altri popoli d'Europa", ha affermato il leader di Syriza davanti alle telecamere del seggio di Atene dove ha votato. Le urne di chiudono alle 18 (18 svizzere) e i primi risultati sull'andamento dello scrutinio che fa trattenere il respiro in tutta Europa dovrebbero giungere intorno alle 20. I sondaggi della vigilia davano i due fronti sostanzialmente alla pari, con un leggerissimo vantaggio per il sì.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.