Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Vola il Centrodestra In Umbria si volta pagina

Donatella Tesei, del Centrodestra, è la prima presidente non di sinistra a guidare la Regione Umbria. Il risultato rischia di porre una pietra tombale sull'alleanza nelle regionali tra M5S-Pd. Ma lo tsunami leghista riaccende anche la battaglia interna alla coalizione del Centrodestra.

Tesei e Salvini al momento della vittoria.

La nuova presidente della regione Umbria Donatella Tesei con il leader della Lega, Matteo Salvini.

(Keystone)

Per Donatella Tesei, dopo i festeggiamenti per l'elezione a presidente della Regione è già tempo di mettersi al lavoro. Per formare la Giunta che governerà l'Umbria nei prossimi cinque anni ma anche per pensare ai primi impegni concreti. Quello per la ricostruzione post terremoto tra i primissimi. Anche perché il 30 ottobre saranno tre anni dalla scossa che distrusse la Basilica di Norcia e ferì profondamente la Valnerina. 

Donatella Tesei ha ottenuto il 57,55% dei voti staccando di poco più di 20 punti, Vincenzo Bianconi, 37,48%, che ha guidato il patto civico e sociale sostenuto da Partito democratico e Movimento 5 stelle.

Fine della finestrella

I mal di pancia a Centrodestra e a Centrosinistra

Lo tsunami leghista riaccende anche la battaglia interna alla coalizione del centrodestra, con Forza Italia che rischia di subire una vera e propria diaspora, in direzione Fratelli d'Italia da un lato e Italia Viva dall'altro. E proprio Meloni torna a chiedere delle primarie interne per la leadership del centrodestra. Primarie? "La Lega è al 40%, mi sembra che gli italiani hanno già deciso", ha chiuso il vincitore Matteo Salvini.

Ma il risultato dell'Umbria rischia di porre una pietra tombale sulla l'alleanza M5S-Pd. Il governo non è in discussione, e ciò viene ribadito sia dai Dem sia dal Movimento. Ma sulle Regionali 2020 la sensazione è che Di Maio voglia tornare all'antico, a cominciare da Emilia Romagna e Calabria. Anche perché l'alleanza con il Pd non ha pagato né per la coalizione di governo né per il Movimento che ha preso meno della metà dei voti dei Dem. "Il patto civico per l'Umbria lo abbiamo sempre considerato un laboratorio, ma l'esperimento non ha funzionato.

La squadra di governo umbro

Donatella Tesei e Matteo Salvini hanno subito incontrato i nuovi consiglieri e i candidati non eletti. "Ci sarà bisogno di tutti" ha spiegato il segretario della Lega. "Tra gli eletti - ha quindi sottolineato Tesei - credo che ci siano le competenze giuste per formare la squadra di governo. Se poi si ravvedesse la necessità di trovare una figura esterna non avrei alcuna preclusione, ma penso che tra gli eletti ci sono quelle adeguate". La neopresidente, nelle varie conferenze stampa che si sono susseguite dopo il voto, ha anche evidenziato la "necessità di cambiamento espressa dagli umbri". "Governare la regione non sarà facile" ha aggiunto indicando in lavoro ed economia le priorità.   

"Impresa storica"

Entrando nel merito della sua elezione Tesei ha sottolineato che "è un'impresa storica". "È importantissima per questa regione - ha aggiunto - che ha saputo dimostrare una grande forza e determinazione di credere, questa volta, in un progetto di cambiamento". "Dedico questa vittoria all'Umbria - ha proseguito -, ai cittadini che hanno saputo dimostrare di avere una dignità e di saperla difendere".   

"Il futuro dell'Umbria - ha detto infine Tesei - passa attraverso il lavoro e la valorizzazione delle imprese. Questo successo - ha concluso - è il frutto di un grande lavoro di squadra e della condivisione di un progetto"

Analisi del voto

umbira

L'analisi del voto

L'analisi del voto

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box