Navigation

Vatileaks, due condanne e tre assoluzioni

Monsignor Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui colpevoli. Giornalisti prosciolti

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2016 - 20:52

Monsignor Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui sono stati condannati, rispettivamente, a 18 mesi per divulgazione di documenti riservati e a 10 mesi per concorso in divulgazione per lo scandalo "Vatileaks 2", la fuga di documenti riservati della Santa Sede.

La sentenza è stata pronunciata giovedì dal Tribunale vaticano. L'udienza è durata in tutto circa 15 minuti, dalle 11:40 alle 11:55. Assolto, invece, Nicola Maio — funzionario di Cosea, la Pontificia commissione referente di studio e di indirizzo sull'organizzazione della struttura economico-amministrativa — per non aver commesso il fatto e prosciolti anche i giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi, che avevano pubblicato le notizie, per incompetenza del Tribunale (essendo cittadini italiani che mai hanno compiuto azioni di nessun tipo in Vaticano).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.