Navigation

Unioni civili, primo test in Senato

Il Family Gay di Torino organizzato in contrapposizione al Family Day di Roma tvsvizzera

Si votano le pregiudiziali alla legge Cirinnà. Si entrerà nel vivo la prossima settimana con la votazione degli emendamenti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2016 - 14:59

Giornata di intenso lavoro al Senato italiano. In aula arrivano le unioni civili. I senatori sono chiamati a votare a scrutinio palese le pregiudiziali al testo di legge Cirinnà: si tratta di dire se c'è un vizio di incostituzionalità. La discussione sulle unioni civili e sul tema caldo delle adozioni entrerà nel vivo soltanto la prossima settimana con i voti su articoli ed emendamenti, con la roulette russa dello scrutinio segreto.

Le unioni civili e le adozioni hanno diviso la stessa maggioranza del Partito Democratico. Adesso, occorre capire quale sia la posizione dei centristi. Il Nuovo centrodestra, presente nella compagine di Governo, continuerà a dire no a quel disegno di legge o dopo l'ultimo rimpasto di Renzi potrebbe cambiare idea? Intanto, secondo alcuni rumors, il Movimento 5 stelle di Grillo – che la scorsa settimana in Senato ha presentato una mozione di sfiducia al Governo – avrebbe stretto un accordo con il Pd per l'approvazione del ddl Cirinnà senza modifiche sostanziali e con la tanto discussa stepchild adoption, ovvero l'adozione da parte di una coppia omosessuale del figlio biologico del partner.

In Senato, come accade ormai da giorni, tra le fila del Pd si sono susseguite riunioni e telefonate per trovare un punto d'accordo. Ma il presidente del Consiglio potrebbe stralciare il tema adozioni, destinandolo ad una discussione successiva; così facendo seguirebbe la linea politica delle forze di centrodestra.

Francesco Fredella

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.