Navigation

Uccide ladro in casa, è indagato per omicidio volontario

Carabinieri keystone

Pensionato nel Milanese spara a giovane rumeno che si era introdotto di notte nella sua abitazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2015 - 17:25

Un pensionato di 65 anni è indagato per omicidio volontario dopo aver ucciso con un colpo di pistola un uomo che si era introdotto nell'appartamento a Vaprio D'Adda, nel Milanese, durante la notte. Lo sparatore, esasperato per i continui furti commessi negli scorsi mesi, si era procurato una pistola, detenuta con regolare permesso.

Durante la notte si è svegliato sentendo dei rumori e ha visto avvicinarsi la sagoma di un una persona che gli puntava contro un oggetto, verosimilmente una torcia. A questo punto ha estratto l'arma e ha sparato un colpo. Il padrone di casa si è quindi diretto verso il balcone da dove ha visto i complici della vittima, un rumeno 28enne, che si stavano dileguando e ha sparato altri colpi in aria. Per il ladro colpito non c'è stato nulla da fare.

Il pensionato è stato quindi condotto nella caserma dei carabinieri, dove è stato interrogato dai magistrati di Monza. Rispetto alla prima ipotesi di eccesso colposo in legittima difesa, la Procura ha successivamente formulato la nuova accusa di omicidio volontario. La nuova contestazione, è stato spiegato, consente infatti di poter svolgere tutti gli accertamenti ad ampio raggio necessari ai fini dell'inchiesta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.