Navigation

Quel ramo del lago di Como...

Colpo d'occhio sul ramo lecchese del lago di Como dal Castello di Vezio sopra Varenna. Varenna Turismo

L'imperativo, in Svizzera come in Italia, è, per quest'estate 2020, quello di rimanere nel proprio paese, evitando il più possibile i viaggi internazionali. E gli italiani stanno riscoprendo quel ramo del lago di Como...

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2020 - 09:55
Romina Vinci, RSI News

Gli italiani che stanno ubbidendo all'appello sono numerosi e scoprono così che il ramo lecchese del lago di Como ha riconvertito tutti i lidi, per garantire il massimo della sicurezza e che nel capoluogo e nei paesi vicini (Abbadia, Mandello, LiernaLink esterno), si può scegliere se godersi una giornata di relax al lago, oppure cimentarsi in sport acquatici come lo sci nautico.

Chi invece sta soffrendo a dismisura di questa chiusura è un borgo come VarennaLink esterno, perla del Lario, meta soprattutto del turismo internazionale. A causa delle limitazioni del traffico aereo, quest'anno non arriveranno i tanti statunitensi ed australiani che alimentano l’economia del paese.

Per le stradine e i vicoli di Varenna si vedono soprattutto italiani. Ma il turismo di prossimità non è una soluzione per i commercianti del posto che contano, invece, di riconquistare presto la loro clientela internazionale. A partire dai vicini di casa svizzeri. Ecco il servizio:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.