Travolti dalla calca Sei morti al concerto di Sfera Ebbasta

Esterno notte; due ambulanze con lampeggianti accesi e portellone posteriore aperto; soccorritori e altre persone attorno

Nella discoteca c'era un migliaio di persone. Forse troppo, rispetto

AP

Sei persone, delle quali cinque minorenni, sono morte travolte dalla calca sabato notte in una discoteca di Madonna del Piano di Corinaldo, Ancona. Il fuggi-fuggi è stato provocato, secondo alcune testimonianze, dall'uso di uno spray urticante.

Le vittime -due ragazzi e tre ragazze tra i 14 e i 16 anni, e una madre di quattro figli- erano lì per assistere a un concerto del rapper Sfera Ebbasta. I feriti sono un centinaio, di cui una dozzina in pericolo di vita.

Il locale, la 'Lanterna azzurra', era colmo di giovanissimi, estimatori del cantante. Sui feriti e sulle vittime, i sanitari hanno riscontrato lesioni e traumi da schiacciamento.

Porte forse sbarrate

Il panico si è diffuso nella discoteca tra mezzanotte e l'una, prima dell'inizio del concerto. Testimoni hanno riferito di aver sentito un odore acre, che si è diffuso in tutto il locale, e alcuni feriti hanno raccontato di aver trovato sbarrata la porta d'emergenza verso la quale si erano precipitati.

La calca sarebbe stata deviata verso la passerella che è crollata, facendo cadere decine di persone che hanno schiacciato chi è rimasto sotto.

Un'inchiesta è in corso per ricostruire la dinamica dell'evento. Dalle prime verifiche degli inquirenti sembra che sia stato venduto il triplo dei biglietti della capienza: 870 persone

Le ipotesi di reato sono omicidio preterintenzionale, per chi avesse usato lo spray, e omicidio colposo per i gestori della discoteca.


Parole chiave