Navigation

Il canale europeo Arte parla italiano

Documentari, storia, scienze, mostre, tantissima musica, inchieste e magazine. Dopo il francese, tedesco, inglese, spagnolo e polacco, Arte, il più importante canale culturale europeo, debutta anche in italiano.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2018 - 17:53
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Arte in italiano, versione sottotitolata, darà al via oggi, mercoledì, all'offerta gratuita in streaming video delle sue oltre 400 ore di programmi, 300 di concerti e spettacoli più una cinquantina di serate d'Opera dal vivo l'anno.

Una selezione di programmi sarà disponibile anche sul sito della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, mentre Arte in italiano ospiterà alcuni programmi della RSI.

''Non sarà un canale elitario, ma culturale - racconta il presidente Peter Boudgoust - con tutte le interpretazioni della cultura, dall'Opera al pop o rock. Vogliamo condividere la cultura senza indice puntato, né club esclusivi. Offrendo uno sguardo oltre la superficie, dietro le quinte, per mostrare come si muove il mondo. E' nostro compito lottare per le diversità europee, permettendo l'accesso a culture che non si conoscono''. 

Fondata nel 1991 da Francia e Germania come rete televisiva e online di servizio pubblico (fruibile su tutti gli schermi mobili e nelle tv collegate a internet), con 10 ore di nuovi programmi sottotitolati a settimana, da Arte Reportage con approfondimenti sull'attualità al magazine Metropolis, con l'ingresso dell'italiano ora Arte raggiungerà il 70% di tutti gli europei nella loro lingua madre. Oltre la metà dei programmi (85% dei quali di origine europea grazie ad accordi con 9 emittenti) sarà accessibile anche nel resto del mondo. 



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.