Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

TAV, Erri De Luca assolto dall'accusa di istigazione

Per la corte di Torino lo scrittore non incitò a sabotare il cantiere della Torino-Lione

Il fatto non sussiste. Per il tribunale di Torino lo scrittore Erri De Luca non è colpevole di istigazione a delinquere in relazione agli atti compiuti dai militanti anti-TAV contro il cantiere della futura linea ferroviaria. L'accusa aveva chiesto 8 mesi di reclusione per lo scrittore partenopeo, che da parte sua ha invocato il diritto costituzionalmente tutelato di manifestazione del proprio pensione

La lettura della sentenza è stata accolta dagli applausi dai numerosi simpatizzanti no-TAV presenti in aula. È stata impedita un'ingiustizia, quest'aula è un avamposto sul presente prossimo, ha commentato Erri De Luca che all'entrata in tribunale aveva ribadito sua "convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità va intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell'aria e dell'acqua".

"Mi auguro – ha continuato l'intellettuale - che la Procura e la Digos di Torino capiscano che c'è un limite anche all'attività di repressione. La libertà di pensiero deve essere tale in Valle di Susa come nel resto del Paese". Mentre i legali della LTF, la società italo-francese che si è occupata del progetto e delle opere preparatorie della Torino-Lione, hanno detto di rispettare il pronunciamento dei giudici. In proposito però l'avvocato Alberto Mittone ha osservato che "nei momenti di tensione sociale ci sono dei limiti che soprattutto gli intellettuali dovrebbero rispettare".

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×