Navigation

Sisma, Renzi: ricostruiremo come era prima

Macerie: prima e ora ansa

A un mese dal terremoto che ha colpito l'Italia centrale parla il premier; danni per oltre 3 miliardi; "valorizzeremo la comunità"

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2016 - 12:46

"Il nostro paese ricostruirà i territori colpiti dal terremoto come erano prima e più belli di prima". E' la promessa fatta dal premier Matteo Renzi, a un mese dal sisma che ha colpito l'Italia centrale e ha causato 295 morti. "La ricostruzione", ha continuato, "non sarà un fatto strettamente amministrativo, valorizzeremo la comunità".

Terremoto, la conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla ricostruzione https://t.co/dgjKac9GZtLink esterno pic.twitter.com/fEK4BOV5M5Link esterno

— Palazzo_Chigi (@Palazzo_Chigi) 23 settembre 2016Link esterno

End of insertion

Alla conferenza stampa a Palazzo Chigi ha preso parola anche il capo della protezione civile Fabrizio Curcio, annunciando che questo fine settimana molte delle 3'000 persone che vivono nelle tendopoli troveranno una nuova sistemazione. Per la realizzazione invece delle casette, ci vorranno circa 7 mesi. Il danno causato dal sisma che ha colpito soprattutto Arquata del Tronto, Amatrice e Accumoli è stimato attorno ai 3-4 miliardi.

ANSA/AlesS

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.