Roma Riaperto al pubblico il Mausoleo di Augusto

Vista aerea del mausoleo completamento ricoperto di impalcature

Il mausoleo in pieni lavori, in un'immagine del 2017

Marzio Bongarzone via wikimedia.org

Lunedì ha riaperto al pubblico dopo 14 anni il Mausoleo di Augusto, uno dei monumenti simbolo di Roma, il più grande sepolcro circolare del mondo antico ed emblema architettonico della romanità.

"Un gioiello del patrimonio storico dell'umanità che restituiamo al mondo intero dopo tanti anni di chiusura", ha dichiarato la sindaca della capitale italiana Virginia Raggi, che ha voluto condividere l'inaugurazione con alcuni rappresentanti delle categorie di cittadini particolarmente colpite dalle conseguenze della pandemia di coronavirus: commercianti, commessi, baristi, ristoratori, operati, lavoratori in cassa integrazione, medici, infermieri, volontari della Protezione civile e sacerdoti in prima linea.

Il Mausoleo di Augusto era chiuso dal 2007, quando partirono le indagini archeologiche preliminari alla realizzazione del grande progetto di recupero. Dopo la prima fase di restauro conservativo terminata nel 2019 e realizzata mediante un finanziamento pubblico di 4'275'000 di euro (di cui 2 milioni versati dal Mibact e il resto da Roma Capitale), è in corso la fase di valorizzazione, sostenuta dal mecenatismo di una fondazione legata a una compagnia telefonica, che vi partecipa con 8 milioni di euro.
 

Gli interventi di restauro realizzati finora, che includono la sistemazione di numerose concamerazioni interne e l'avvio dell'allestimento museale, hanno consentito di anticipare la fruizione del monumento rispetto ai termini previsti. Anche con il cantiere ancora in corso, il pubblico può effettuare in sicurezza una visita dell'area centrale.

In parallelo ai lavori di completamento del percorso museale, sarà riqualificata l'area di piazza Augusto imperatore, resa più vivibile dallo spostamento dei capolinea dei bus e dall'eliminazione dei parcheggi, con un conseguente guadagno di spazi.

Nel servizio RSI, alcune immagini dell'interno e l'intervista a Tania Renzi della sovrintendenza capitolina dei beni culturali.

Il Comune ha annunciato visite gratuite per tutti fino al 21 aprile, ma i posti sono già esauriti. Ora è possibile prenotare per il periodo dal 22 aprile al 30 giugno ma l'accesso resterà gratuito per i soli residenti a Roma e limitatamente al 2021.

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 01.03.2021)

Parole chiave