Navigation

Roma spaccata sui Giochi del 2024

La sindaca Raggi confrontata con la candidatura alle Olimpiadi

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2016 - 20:57

A giorni la sindaca di Roma Virginia Raggi, travolta dalle dimissioni in serie dei suoi neo assessori, dovrebbe sciogliere la sua riserva in merito alla candidatura della capitale all'organizzazione dei giochi olimpici del 2024. Beppe Grillo, dopo aver tastato gli umori della base, vuole rinserrare le file del movimento e ha già posto il suo veto.

Ma il comitato promotore rimane ottimista e mette sul tavolo un progetto low cost da 5 miliardi di euro in grado, promettono gli organizzatori, di assicurare 170'000 impieghi e una forte crescita dell'economia locale e nazionale. Un'occasione unica, sostengono, per rilanciare la città dopo lo scandalo di mafia Capitale.

Ma nella capitale, dove resta ben impresso il ricordo dei disastri compiuti nel dopoguerra da speculazione e palazzinari, c'è molto scetticismo per un'iniziativa che rischia di andare a vantaggio unicamente dei soliti noti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.