Navigation

Riace capitale dell'accoglienza

La località calabrese premiata dalla Fondazione per la libertà e i diritti umani di Berna per il suo impegno in favore dei profughi

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2015 - 21:54

Riace, località strategica nelle rotte dei migranti tra sud del Mediterraneo ed Europa centrale, è stata premiata dalla Fondazione per la libertà e i diritti umani di Berna per il suo impegno in favore dei profughi.

Tutto nacque dieci anni fa, quando un barcone carico di rifugiati curdi approdò sulla costa della località calabrese e gli abitanti si adoperarono per accogliere i disperati. Ora molti di loro si sono stabiliti nel paese dove il sindaco Domenico Lucano ha aperto le porte delle case abbandonate ai nuovi venuti.

Delle circa 1'800 persone residenti 400 sono straniere, provenienti da 20 diversi paesi. Il reportage della Televisione svizzera nel luogo divenuto famoso per i suoi bronzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.