Navigation

Razzi: "Roma come la mia Svizzera"

Intervista ad Antonio Razzi dopo l'annuncio della sua candidatura a sindaco di Roma

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 marzo 2016 - 16:45

Antonio Razzi, senatore della Repubblica italiana, noto soprattutto per le imitazioni del comico Maurizio Crozza, due giorni fa ha annunciato la sua volontà di candidarsi come sindaco di Roma.

Abbiamo cercato di capire le ragioni della discesa in campo e l'abruzzese, malgrado si parlasse di Roma, non ha mancato di ricordare il suo passato di operaio immigrato in Svizzera. Anzi, Razzi vuole che Roma diventi come la "sua amata Svizzera". Della Confederazione vuole il traffico e la "monnezza... Ma pure i Rom perché se ci sono non è che lo vogliamo buttare a mare".

Razzi, che milita in Forza Italia, va a rimpolpare la pletora di pretendenti del centro-destra alla poltrona di capo dell'Esecutivo capitolino, dopo quelle di Giorgia Meloni, Alfio Marchini, Francesco Storace e Guido Bertolaso.

L'abruzzese sabato scorso aveva detto che non gli rimaneva "che scendere in campo di prima persona e", in modo autoironico, citando proprio Crozza, ha aggiunto che "stavolta caro amico, te lo dico da amico: so' veramente c… vostri anche perché bisognerà fare i conti con i 450mila abruzzesi residente a Roma. E con i miei non si scherza."

tvsvizzera.it/ab Video di Alanews

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.