Navigation

Roma, manifestazioni contro la "dittatura sanitaria"

Un migliaio di persone in piazza San Giovanni per la "Marcia della Liberazione". Keystone / Massimo Percossi

Diverse manifestazioni contro l'obbligo di portare le mascherine come misura di protezione contro il nuovo coronavirus si sono svolte in contemporanea sabato a Roma.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2020 - 20:53

Tra le proteste, una ha riunito qualche centinaio di sostenitori del gruppo d'estrema destra Forza Nuova, la più grande un migliaio di persone, tra cui persone contrarie ai vaccini e complottisti. Queste si sono riunite in piazza San Giovanni per una "marcia di liberazione".

"Non nego ci sia il virus, ma il governo esagera", ha detto un manifestante all'agenzia afp tra cartelli che protestano contro il 5G o a sostegno del presidente statunitense Donald Trump e di un "Italexit".

"Non ho la mascherina perché è sinonimo della sudditanza - dice un altro dei partecipanti". Tra le bandiere tricolore c'è chi, senza mascherina, sottolinea: "Siamo qui a difendere la costituzione. Stanno distruggendo la nazione. Ci costringono a mettere le mascherine" e chi sostiene: "Sappiamo che il virus è usato a fini socioeconomici. Sono convinto che questo schifo sia manovrato da politica, economia per imporre nuovo totalitarismo".

Il governo italiano ha recentemente deciso di rendere obbligatorio l'uso della mascherina in ogni circostanza al di fuori del proprio domicilio e ha prolungato lo stato di emergenza fino almeno al 31 gennaio.

Primo paese colpito dalla pandemia in Europa, l'Italia conta oltre 36'000 morti legate alla pandemia con circa 350'000 casi diagnosticati. Come altri paesi in Europa, tra cui la Svizzera, sta vivendo un nuovo importante aumento dei contagi.

Il servizio del Telegiornale:

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/Zz/afp con RSI (TG del 10.10.2020)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.