Navigation

Profughi: Italia in testa

Meno affollata la via balcanica rispetto al Mediterraneo keystone

La Grecia ha registrato meno arrivi, per la prima volta da quasi un anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 maggio 2016 - 13:45

Il numero dei migranti clandestini arrivati in Italia in aprile ha superato per la prima volta dal giugno del 2015 quello di chi ha invece scelto di raggiungere l'Europa dalla Grecia. Secondo i dati resi noti venerdì dalla Frontex, l'agenzia per il controllo dei confini esterni comunitari, la rotta del Mediterraneo centrale è stata percorsa da 8'370 persone, mentre in 2'700 hanno preferito il corridoio orientale, con un calo del 90% facendo il confronto con il mese precedente.

Quasi a voler confermare la tendenza, Roma ha informato in mattinata che un migliaio di profughi stanno puntando verso le coste della Sicilia e della Calabria.

Da parte sua, Bruxelles ha fatto sapere d'aver bloccato il tentativo dell'Austria d'ottenere una sorta di permesso preventivo per introdurre controlli di frontiera al Brennero, in deroga da quanto previsto dal trattato di Schengen.

ANSA/dg

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.