Navigation

Carige, Enderlin condannato a 5 anni e mezzo

L'imprenditore ed ex consigliere comunale di Lugano Davide Enderlin è stato condannato in primo grado mercoledì a cinque anni e mezzo di reclusione dal Tribunale di Milano. L'interessato ribadisce la sua innocenza e assicura che farà appello.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2018 - 20:15
tvsvizzera.it/Zz con RSI (Quotidiano del 30.05.2018)
Contenuto esterno


La pena pronunciata a Milano è di poco inferiore a quella di 6 anni chiesta nel corso dell'ultima udienza dall'accusa. 

Il 46enne, secondo i giudici, 13 anni fa avrebbe riciclato per conto di ex dirigenti della banca Carige 23 milioni di euro frutto della truffa all'istituto bancario ligure, acquistando  quote dell'albergo Holiday Inn a Paradiso, vicino a Lugano.  

 "L'appello è sicuro", ha dichiarato lo stesso imprenditore ai microfoni della Radiotelevisione svizzera, "indipendentemente dalle ragioni della sentenza", che verranno rese note entro 90 giorni. "Io non è che mi professo innocente, io sono innocente, quindi continuerò a dirlo", ha aggiunto.

Enderlin e i suoi legali hanno sempre ribadito che il ticinese ha agito in buona fede in base al diritto svizzero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.