Navigation

Piombino, infermiera uccide 13 pazienti

In manette per omicidio volontario continuato keystone

La 55enne è accusata di omicidio volontario; ha agito tra il 2014 e 15 somministrando alle vittime un farmaco non previsto dalle terapie

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2016 - 14:58

Un'infermiera è stata arrestata giovedì mattina dai carabinieri nella provincia di Livorno perché accusata di omicidio volontario di 13 pazienti ricoverati nell'istituto dov'era impiegata.

La 55enne ha agito tra il 2014 e il 2015 su persone ricoverate per diverse patologie all'unità operativa di anestesia e rianimazione dell'ospedale civile di PiombinoLink esterno. Ha somministrato alle vittime un farmaco non previsto nelle loro terapie.

La donna, trasferita a Pisa dopo l'ordinanza di custodia cautelare, è ritenuta responsabile del reato di omicidio volontario continuato.

ansa/mrj

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.