pandemia e giustizia Covid, "Centinaia di azioni legali contro medici a Milano"

Keystone / Emanuele Valeri

In Lombardia sta per giungere una valanga di azioni legali contro medici chiamati a fronteggiare l'emergenza coronavirus.

Secondo Roberto Carlo Rossi, presidente dell'ordine dei medici di Milano, sono dalle 300 alle 400 le cause civili che verranno istruite contro medici di famiglia, operatori del Pronto soccorso e sanitari ospedalieri che dalla fine di febbraio hanno prestato cure ai malati di Covid-19.

Da metà settembre, ha fatto sapere il professionista lombardo, ho avuto notizia di almeno cinque procedimenti avviati, uno dei quali riguardava un medico di famiglia che ha diagnosticato un mal di gola rivelatosi poi un caso grave di coronavirus.

E sono numerose in queste settimane, ha continuato Roberto Carlo Rossi, le richieste di pareri medico-legali da parte di cittadini per l'accertamento di eventuali responsabilità dei professionisti. Non mancano anche le denunce penali, che però solitamente, secondo quanto indica la giurisprudenza consolidata, finiscono con un'archiviazione.

Ma il problema, osserva il presidente dei medici milanesi, è che nei primi giorni della comparsa del virus non esisteva una letteratura clinica e scientifica a supporto dei sanitari e queste cause finiscono per minare il rapporto medico-paziente che è fondamentale in un momento di ripresa della pandemia.

La corrispondenza del TG: 

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 14.10.2020)

Parole chiave