Navigation

Nonna ruba caramelle, singolare intervento dei carabinieri

Ti-Press

La donna, finita la pensione, aveva arraffato dolciumi per i nipoti in un supermercato nel Bresciano; i militari hanno pagato il conto: 27 euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 dicembre 2015 - 21:20

Un'anziana signora rimasta senza soldi avendo una pensione minima ha rubato da un supermercato nei pressi di Brescia 27 euro (meno di 30 franchi) di caramelle per regalarle ai nipoti a Natale ma alle casse è stata scoperta e i carabinieri hanno saldato il conto per lei.

È una storia decisamente natalizia quella che arriva da Manerba, località nella pianura lombarda e che ha visto protagonista una pensionata di 75 anni alle prese con una rendita da 400 euro al mese finita troppo presto. "Non sono una ladra volevo solo fare un regalo ai miei nipotini ma ho finito i soldi", si è giustificata la donna, sorpresa con la borsa piena di dolci.

Due carabinieri intervenuti su segnalazione della direzione del supermercato hanno però deciso di non punire per il gesto l'anziana ma, al contrario, di pagare il conto del supermercato dopo aver verificato le condizioni economiche della signora. "È bastato uno sguardo con il collega per capire che era la cosa giusta da fare", ha detto il maresciallo Enrico Mazzurana, autore del gesto con il carabiniere Alessio Columbro.

ATS/ANSA/EnCa

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

keystone

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.