Navigation

Morte di Giulio Regeni, vertice fallito

I magistrati italiani critici sulle carte fatte pervenire dall'Egitto ansa

Roma richiama l'ambasciatore dal Cairo; l'Egitto ha consegnato un dossier "di pochissime pagine", poco utile a investigatori e inquirenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2016 - 20:43

"Richiamato per consultazioni". Con queste motivazioni il ministro degli Affari Esteri italiano, Paolo Gentiloni, ha disposto il richiamo a Roma per consultazioni dell'Ambasciatore al Cairo Maurizio Massari. Un primo passo, non il ritiro ma il richiamo. La decisione fa seguito agli sviluppi delle indagini sulla morte di Giulio Regeni e in particolare alle riunioni svoltesi a Roma giovedì e venerdì tra i gruppi investigativi italiani ed egiziani.

Dopo esito incontri magistrati a Roma, Italia ha deciso formalmente di richiamare per consultazioni Ambasciatore. Italia si fermerà solo davanti alla verità. #veritapergiulioregeni

Pubblicato da Matteo RenziLink esterno su Venerdì 8 aprile 2016Link esterno

End of insertion

In base a tali sviluppi - comunicano da Roma - si rende necessaria una valutazione urgente delle iniziative più opportune per rilanciare l'impegno volto ad accertare la verità sul barbaro omicidio dello studente universitario italiano.

La delusione italiana nasce dal fatto che il l'Egitto ha consegnato un dossier "di pochissime pagine", documenti che, in parte, erano già noti o erano già stati consegnati, ma nessun atto giudiziario o tabulati telefonici che potessero soddisfare le richieste fondamentali avanzate dagli investigatori e dagli inquirenti.

ATS/sdr

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.