Navigation

Codice di condotta per le ONG, prima nave bloccata

Una nave di un’ONG tedesca che non ha firmato il codice di condotta sul soccorso ai migranti nel Mediterraneo, è stata bloccata nella notte fra martedì e mercoledì al largo di Lampedusa dalla Guardia costiera italiana, che l'ha scortata fino al porto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2017 - 14:22
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 02.08.2017)
Contenuto esterno


Si tratta del primo giro di vite nei confronti delle organizzazioni non governative che soccorrono migranti nel Mediterraneo dopo il codice di comportamento predisposto dal Viminale.

Dalla nave, che è stata oggetto di un’ispezione di qualche ora, sono stati fatti scendere due siriani, poi accompagnati nel Centro di prima accoglienza dell'isola di Lampedusa. I due migranti erano stati trasferiti in precedenza a bordo della nave della ONG tedesca Jugend Rettet proprio da una delle unità militari italiane impegnate nelle operazioni di soccorso ai migranti nel Mediterraneo.

La Jugend Rettet, fondata nel 2015 da giovani dell'alta e media borghesia tedesca che hanno scelto di salvare i migranti in fuga dalle guerre e dalla fame ha respinto il codice perché contrasterebbe con i suoi principi umanitari, in particolare in materia di neutralità, imponendo la collaborazione con la polizia italiana e la presenza di ufficiali armati a bordo.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.