Navigation

Marino "pronto a un confronto"

'Oggi la città può riprendere a investire' keystone

Reso noto il contenuto della lettera con la quale il sindaco di Roma ha ritirato le sue dimissioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2015 - 09:14

Il sindaco di Roma Ignazio Marino, che ieri ha deciso di ritirare le dimissioni presentate il 12 ottobre, ammette gli errori ma rivendica con orgoglio anche i risultati raggiunti.

"Sono stato eletto -si legge nella nota ufficiale del Campidoglio- con il voto favorevole del 64 per cento delle romane e dei romani". "Oggi la città può riprendere ad investire", rivendica Marino.

"Sono certo che il nostro operato abbia con fatica raggiunto l'obiettivo di ripristinare legalità e trasparenza dell'agire amministrativo, mi è chiaro che questo sforzo non è stato da solo sufficiente a garantire i necessari risultati di buon governo della città", ha ammesso.

"Sono pronto a confrontarmi con la maggioranza -ha spiegato- e illustrerò quanto fatto, le cose positive, la visione per il futuro. E' quello il luogo della democrazia".

Intanto il ritiro delle dimissioni ha accentuato la spaccatura tra Marino e il Partito democratico (PD). Venticinque consiglieri comunali, diciannove dei quali del PD, potrebbero infatti dimettersi.

ATS/ads

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.