Navigation

È morto Paolo Rossi

In un'immagine del 2016. Keystone / David Martinez Pelcastre

È scomparso a 64 anni l'ex calciatore Paolo Rossi, attaccante del Lanerossi Vicenza e della Juventus, campione del mondo con l'Italia nel 1982. Ne ha dato notizia giovedì nella notte la moglie Federica Cappelletti, sul suo profilo Instagram. Soffriva di un tumore ai polmoni ed è morto a Roma.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2020 - 08:20

Nato a Prato il 23 settembre del 1956, in quel 1982 Rossi si aggiudicò, oltre al Mondiale di Spagna, il titolo di capocannoniere della competizione e il Pallone d'Oro. Fu il primo a vincere i tre titoli nello stesso anno. Sarà eguagliato soltanto da Ronaldo.

Detiene insieme a Roberto Baggio e Christian Vieri il record italiano di marcature nei mondiali, a quota 9 gol. Nelle fasi finali del Mundial del 1982 ne segnò 6, inclusa una memorabile tripletta al Brasile.
 

Rossi colpisce di testa il pallone per segnare la prima rete nella finale di Spagna 1982 contro la Germania Ovest. Keystone / David Caulkin

Con la Juventus di Giovanni Trapattoni, negli anni '80, Paolo Rossi vinse due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa delle coppe, una Supercoppa europea e la Coppa dei campioni nel 1985.

Conclusa la carriera di giocatore, non fu mai allenatore ma più volte dirigente sportivo. In anni recenti, era diventato opinionista e commentatore tecnico per Rai e Mediaset. Figurava nella lista dei 125 più grandi giocatori viventi, compilata da Pelé e dalla FIFA in occasione del centenario della Federazione.

"Per sempre", ha scritto la Cappelletti pubblicando sul social network una foto di lei col marito, che lascia anche tre figli: Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro.
 

Contenuto esterno

In un servizio di FIFA TV, il ricordo di Paolo Rossi della finale del Campionato mondiale di calcio 1982.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (RG del 10.12.2020)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.