Navigation

Le ronde notturne a Roma

Organizzate dai cittadini stessi per la sicurezza dei quartieri, suscitano reazioni contrastanti

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2015 - 11:40

Con l'obiettivo di combattere il degrado e la criminalità, alcuni cittadini romani hanno deciso di organizzarsi in ronde notturne che "pattugliano" la città e i singoli quartieri.

Se da una parte si trovano romani che supportano e sono contenti di questa iniziativa, dall'altra è altrettanto facile trovare chi invece ne è detrattore. Lorenzo Buccella, giornalista della RSI, ha seguito il lavoro di un paio di pattuglie, capitanate dall'ideatore di questi controlli, un uomo che ha vissuto per anni a Lugano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.