Navigation

Lampedusa, incendio al centro

Un rogo era già stato appiccato nel 2009 Keystone

Fiamme appiccate da un gruppo di tunisini cui era stato negato lo status di rifugiato

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2016 - 10:45

Un incendio doloso – il terzo nel giro di sette anni - ha nuovamente danneggiato un padiglione del centro di primo soccorso e accoglienza di Lampedusa che attualmente ospita 517 migranti. Non si registrano vittime né feriti.

Il rogo, stando alle prime ricostruzioni, sarebbe stato appiccato da un gruppo di residenti tunisini dopo che si era diffusa la notizia di un loro possibile rimpatrio coatto in aereo visto che non hanno il diritto di accedere allo status di rifugiati. Quattro di loro sono stati fermati mentre tentavano di allontanarsi dal luogo dell'accaduto.

Non è per ora possibile conteggiare i danni, ma l'interno della struttura – che ospita adulti maschi – è stato completamente distrutto dalle fiamme, come già accaduto nel 2009 e nel 2011.

RSI/NEWSLink esterno/ansa/mrj

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.