Navigation

La campagna dei finti selfie e degli striscioni

Di fronte alla stampa estera a Milano. Copyright 2019 The Associated Press. All Rights Reserved

Mentre si avvicina la manifestazione in piazza Duomo a Milano con i capi dei partiti sovranisti di 11 Paesi UE, in Italia la campagna elettorale per le europee del 26 maggio si sta trasformando in un referendum pro o contro il vicepremier e segretario della Lega Matteo Salvini.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2019 - 22:50
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 17.05.2019)

A tenere banco, più che i temi europei, sono piuttosto le polemiche e le ironie legate ai selfie e agli striscioni.

Gli autoscatti col leader, che di solito si chiedono in segno di ammirazione, sono usati sempre più spesso per schernirlo. Mentre gli striscioni sono protagonisti di una vera e propria saga dopo la rimozione lunedì scorso, da parte dei pompieri di Brembate, vicino Bergamo, di un messaggio di "non benvenuto" esposto su un davanzale privato.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.