Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

I pescatori di Lampedusa: “Quando eravamo noi a cercare lavoro in Africa”

L’isola oggi è il simbolo della rotta dei migranti. Ma fino a cinquant’anni fa erano i lampedusani a partire per andare a cercare lavoro in Africa

Soprattutto durante il fascismo, e fino agli anni '50, infatti, molti isolani – come tanti altri italiani – si trasferivano in Tunisia (in particolare nelle città di Sfax, Mahdia, Susa) per sfruttare la pescosità del mare e cercare condizioni di vita più vantaggiose.

L'immigrazione italiana andò scemando via via dopo la proclamazione dell'indipendenza della Tunisia, che avvenne nel 1956. Per cui oggi sono in pochi a conservare una memoria diretta di questo fenomeno.

TvSvizzera.it ha incontrato a Lampedusa un gruppo di anziani pescatori la cui storia personale è intrecciata alle terre del Nord Africa, e testimonianza di come le sponde dei due continenti nella realtà siano più vicine di quanto si immagini, e di come da sempre il Mediterraneo rappresenti per i popoli un mezzo per cercare un futuro migliore.

Di Elena Boromeo e Martina Tritten

×