Navigation

Qual pasticciaccio della zona rossa di troppo in Lombardia

Zona rossa è sinonimo di chiusura per migliaia di attività. Keystone / Paolo Salmoirago

La settimana trascorsa della Lombardia in zona rossa, quando invece non avrebbe dovuto esserlo, continua a infiammare gli animi in Italia, tra accuse e contro accuse che rimbalzano tra governo centrale e regione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2021 - 21:12

Una settimana di zona rossa si traduce con migliaia di attività costrette alla chiusura. Il malcontento, da quando si è scoperto che in realtà le serrande sarebbero potute stare alzate, è stato parecchio.

Mentre si alza la voce di chi chiede risarcimenti, volano le accuse reciproche tra la regione e il governo centrale. La responsabilità, secondo gli ultimi sviluppi, sarebbe tutta lombarda.

Nel servizio della Radiotelevisione svizzera, le considerazioni del giornalista de "Il Fatto Quotidiano" Gad Lerner e del virologo Fabrizio Pregliasco.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 25.01.2021)

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.