Navigation

"Eroe è chi rispetta le regole e fa sacrifici per tutti quanti"

In Lombardia un esercito di sanitari e volontari opera a bordo delle ambulanze per il trasporto dei malati di coronavirus. Il reportage della Radiotelevisione svizzera.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2020 - 21:22
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 28.3.2020)
In prima linea per aiutare le persone affette da coronavirus. Keystone / Andrea Fasani

 "Sì, c'è una battaglia per Milano", afferma senza mezzi termini Rossano Carrisi, direttore della Misericordia di Milano, Onlus che si occupa di trasporti sanitari.

Nella regione il numero di contagiati è arrivato a quasi 40'000 mentre nel solo capoluogo lombardo i casi sono 7'783, con un aumento di 314 positivi in 24 ore. In tutto il paese, il numero di decessi ha intanto superato la soglia delle 10'000 vittime: i morti sono 10'023, 889 in più rispetto a venerdì.

Dalle crude cifre emerge però anche qualche dato che fa ben sperare: i guariti nelle ultime 24 ore sono 1'434, l'incremento più alto registrato dall'inizio dell'emergenza.

"L'altalena quotidiana è poco indicativa anche se i dati sembrano essere cautamente positivi rispetto alla notifica di nuovi casi (3'651)", afferma il direttore del dipartimento Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità Gianni Rezza.

A Milano e in Lombardia, intanto, i soccorritori sono all'opera 24 ore su 24 per venire in aiuto ai malati. Il reportage di Claudio Moschin:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.