Navigation

Due italiani uccisi in Zimbabwe

Rinoceronti black africani reuters

Padovani, padre e figlio, sarebbero stati scambiati per bracconieri dalle guardie di una riserva di caccia; la Farnesina: "Circostanze da chiarire"

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2016 - 10:27

Due padovani, padre e figlio, sono morti in Zimbabwe, uccisi dalle guardie di una riserva di caccia, perché sarebbero stati scambiati per bracconieri. A riferirlo è, lunedì, il quotidiano Mattino di Padova.

Il fatto sarebbe avvenuto nel pomeriggio di domenica. La Farnesina ha confermato la notizia sottolineando che l'episodio è avvenuto "in circostanze ancora da chiarire". Così l'ambasciata italiana: "È solo un'ipotesi, l'episodio è da chiarire".

Sono attualmente in corso indagini per capire perché i due si trovassero lì e quando sarebbero arrivati nel paese africano.

ats/joe.p.

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.