Navigation

Brescia, infettava giovani con l'HIV

Dopo l'arresto, l'uomo ha ammesso i fatti tvsvizzera

Arrestato 55enne bresciano che agiva per vendicarsi di chi aveva contagiato lui

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2016 - 16:14

Un uomo di 55 anni è stato arrestato dalla polizia di Brescia per aver infettato volontariamente con il virus dell'HIV dei giovani. Il fermo è avvenuto nell'ambito di un indagine su un giro di prostituzione minorile. Il caso viene riportato sabato dal Corriere della sera. L'uomo, sapendosi sieropositivo, pretendeva rapporti sessuali non protetti con l'obiettivo di contagiare i partner come era, a suo dire, accaduto a lui.

Dopo essere stato messo ai domiciliari per prostituzione minorile e lesioni, il bresciano ha subito ammesso i fatti, dicendo che aveva agito per vendicarsi.

Gli inquirenti hanno subito provveduto ad arrestarlo dopo aver trovato durante una perquisizione il suo certificato di invalidità per HIV. Hanno poi rintracciato le persone che erano state con lui, tutti giovani bresciani dai 15 ai 24 anni che si prostituivano per 20/50 euro.

ansa/ZZ

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.