Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Amministrative nell'enclave Solo il passato vuole gestire Campione d'Italia

L’enclave di Campione d’Italia, sulle sponde del Lago di Lugano, è entrata in periodo di campagna elettorale in un momento ben lungi dall’essere roseo per le finanze del paese. A scendere in campo per le elezioni amministrative è il passato. L'unica lista presentata è infatti quella dell’ex sindaco Roberto Salmoiraghi.

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Campione è sull’orlo della bancarotta: le fatture e gli stipendi sono pagati solo grazie a prestiti bancari. Secondo la sindaca uscente, Maria Paola Rita Piccaluga, la colpa è soprattutto della perdita di valore dell’euro rispetto al franco.

In ogni caso, la situazione finanziaria disastrosa ha probabilmente contribuito a far desistere i cittadini dal candidarsi per le amministrative, che si terranno il prossimo 11 giugno.

“Pensavamo di presentarci con una lista di pensionati, ma abbiamo rinunciato”, ha spiegato alla Radiotelevisione svizzera un abitante. “Ci siamo detti: e se poi vinciamo?”. 

E così a presentarsi è stata una sola lista, “Insieme possiamo per Campione”, capitanata da Roberto Salmoiraghi, che alle spalle ha tre mandati da sindaco, due commissariamenti e tante polemiche.

Anche senza avversari, la sua vittoria è tutt’altro che scontata. Deve infatti riuscire a portare alle urne la metà degli aventi diritto e ottenere almeno il 51% dei consensi. In caso contrario, ci sarà il commissariamento.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (Il Quotidiano del 15.05.2017)

×