Navigation

Amatrice un mese dopo

Il reportage del Telegiornale

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2016 - 20:50

A un mese dal terremoto che ha colpito il centro Italia, uccidendo quasi 300 persone e causando danni stimati oggi ad almeno 4 miliardi di euro, il premier italiano Matteo Renzi ha promesso che tutto sarà ricostruito esattamente com'era. Intanto, nei paesi distrutti, c'è molta gente che non si è persa d'animo e ha deciso di restare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.