Aeroporti milanesi Lavori a Linate, tutti a Malpensa per tre mesi

Primo piano di un cartello stradale Stop ; dietro, in cieli, un aereo con livrea di Alitalia sta prendendo quota

In un'immagine d'archivio, un aereo di Alitalia appena decollato da Milano-Linate.

Keystone / Antonio Calanni

È decollato sabato mattina dall'aeroporto di Milano-Malpensa il primo volo ex- Linate: lo scalo cittadino resterà chiuso fino al 27 ottobre per lavori e quello più grande ne rileverà tutti i voli, fronteggiando un aumento di traffico del 30-40%.

Una volta rifatte completamente le piste, a Linate partirà la ristrutturazione del terminal. Proseguiranno almeno fino al 2021, ma con l'aeroporto in attività.

Per il primo centinaio di giorni, invece, tutto si trasferisce a Malpensa. Non solo arrivi e partenze: durante la notte di sabato, almeno 300 veicoli fra autobus per passeggeri, mezzi di soccorso e di manovra, carrelli per i bagagli e scale per gli aerei hanno preso la strada per Ferno, Varese.

Sarà un periodo caldo per gli operatori, che dovranno fronteggiare un notevole aumento di traffico, e per i passeggeri, che si ritroveranno in un aeroporto assai affollato. 

Ma a guardar bene, Malpensa sarà per tre mesi quel che originariamente sarebbe dovuta diventare: l'unico scalo di Milano.

Dalle immagini girate nelle prime ore del mattino, i viaggiatori sembrano aver accolto la raccomandazione di raggiungere lo scalo aereo con maggior anticipo.

Parole chiave