Navigation

A Milano l'ultimo saluto a Umberto Eco

La città adottiva del filosofo e scrittore si è congedata con una cerimonia laica alla quale ha preso parte anche moltissima gente comune

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2016 - 21:54

Milano ha dato l'estremo saluto ad Umberto Eco, scomparso sabato scorso all'età di 84 anni. La città adottiva del grande intellettuale si è congedata con una cerimonia laica cui hanno partecipato autorità e personaggi del mondo dell'arte, della politica e della cultura, ma anche tantissima gente comune.

Umberto Eco lascia per l'ultima volta il civico 13 di fronte al Castello Sforzesco, dove la sua famiglia e la Città hanno deciso di prendere commiato da lui. Pochi metri da percorrere, fra un'ala silenziosa di cittadini anonimi; lettori e ammiratori accorsi a centinaia per rendere omaggio al grande filosofo e scrittore.

Nel cortile della Rocchetta il funerale laico, come voleva lo stesso Eco, con i famigliari, le autorità, i politici, gli amici, e i conoscenti , tutti insieme per ricordare il maestro, ma soprattutto l'uomo.

Nel video, il ricordo di Elisabetta Sgarbi, Inge Feltrinelli, Moni Ovadia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.