Navigation

Il mare dipinto che tranquillizza i bimbi malati

La sala d'attesa dell'Istituto nazionale dei tumori a Milano. www.ospedalidipinti.it

Ospedali trasformati da asettici luoghi di sofferenza e cura in luoghi nei quali i delfini sorridenti e le tartarughe volano tra pesci multicolori. È il progetto 'Ospedali dipinti' che colora soprattutto i reparti di pediatria.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 luglio 2020 - 09:22
Dario Lo Scalzo, RSI News

Ospedali dipinti Link esternoè nato nel 2012 dall'idea dell’artista Silvio Irilli quando il reparto di radioterapia dell’Ospedale Policlinico Gemelli di Roma gli commissionò la realizzazione di un grande affresco di 1'300 mq con il tema dell’acquario.

Il riscontro sia sui pazienti, sia sullo staff ospedaliero fu così positivo che l’artista decise di creare questo progetto artistico di cui tanti ospedali italiani hanno già beneficiato grazie all'intermediazione di Onlus, fondazioni e privati. Le opere sono realizzate principalmente all'interno delle radiologie e delle pediatrie e raffigurano spesso il tema del mare o quello del bosco.

Dopo la supervisione e la misurazione in loco, Silvio Irilli crea l’opera nel suo laboratorio. Terminata la fase creativa, l’affresco viene stampato e impaginato su materiale certificato per poi essere installato dall'artista nei reparti ospedalieri che si trasformano in luoghi colorati e piacevoli.  Il risultato è impressionante: non solo alla vista, ma anche a livello psicologico e morale. 

Ecco il servizio.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.