Navigation

'Ndrangheta, decine di arresti

Funzionari della DIA e poliziotti in azione in tutta Italia contro la Ndrangheta tvsvizzera

Imponenti operazioni di polizia e carabinieri in svariate regioni, con decine di arresti e perquisizioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2016 - 10:19

La polizia di Stato e la Divisione investigativa antimafia (DIA) del Ministero dell'Interno hanno eseguito una serie di arresti in Calabria, Lazio, Liguria, Piemonte e in altre regioni dell'Italia settentrionale nei confronti di presunti appartenenti alla 'Ndrangheta.

Almeno una quarantina i provvedimenti scattati per soggetti ritenuti affiliati alle cosche reggine Raso-Gullace-Albanese e Parrello-Gagliostro. Sono in corso anche decine di perquisizioni e sequestri di beni. Le accuse nei confronti degli indagati sono, a vario titolo, associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

Secondo quanto accertato dalle indagini, alcuni degli arrestati erano in contatto con "politici locali, regionali e nazionali di Reggio Calabria" e con "funzionari dell'Agenzia delle Entrate e della Commissione Tributaria" provinciali a Reggio. Sempre in Calabria i carabinieri hanno tratto in arresto 58 persone per associazione di stampo mafioso, traffico di droga, estorsione e rapina.

RSI/NEWSLink esterno/ATS/ANSA/EnCa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.