Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Varese molla il centrodestra

La festa dopo la vittoria

La festa dopo la vittoria

(rsi)

Al ballottaggio per il sindaco nel capoluogo vince Davide Galimberti, candidato sostenuto dal centrosinistra

Dopo 23 anni di governo della città di Varese, il centrodestra perde lo scettro del sindaco, consegnando il Municipio al centrosinistra. Un risultato considerato storico, che ha visto contrapposti il vincitore sostenuto dal PD, Davide Galimberti, al candidato civico Paolo Orrigoni, supportato da Lega Nord e Forza Italia. Le percentuali risicate sono del 51,84% contro il 48,16%.

Il ballottaggio a Varese, secondo i commenti politici, è stato determinato in buona parte da una terza lista guidata da Stefano Malerba che potrebbe essere stata determinante, con i suoi voti, anche per la sconfitta del centrodestra.

La delusione corre sul filo e alcuni militanti del centrodestra, a pochi minuti dall'esito del voto, hanno detto chiaramente su Facebook che sono stati commessi degli errori in campagna elettorale, a partire dalla scelta del candidato sindaco. Di contro, è uno storico risultato per l'avvocato Galimberti e per il PD, accolto da un tifo da stadio in Comune, che "espugna" la fortezza leghista e chiude, per ora, l'epoca padana nella vicina Varese. Andrea Civati, capo della lista di centrosinistra, a caldo ha così commentato ai microfoni della RSI: "Oggi si è fatta la storia della nostra città. Grazie Varese. È il risultato di un grande lavoro di squadra. Grazie a Davide Galimberti che ha liberato energie importanti. Grazie al Partito Democratico: grazie ad ogni singolo, elettore, iscritto e militante. Da domani inizia una nuova stagione: costruiremo una città aperta, europea e innovativa".

SdR

×