Navigation

Varese chiede l'intervento dell'esercito

ansa

Il Consiglio comunale approva una mozione che chiede a Roma l'intervento dei militari per combattere arginare gli episodi di violenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 giugno 2015 - 17:22

Nel giorno in cui Roberto Maroni ha scritto ai prefetti lombardi chiedendo che non vengano affidati migranti ai Comuni della sua regione, il consiglio comunale di Varese ha votato una mozione di Alessio Nicoletti (Movimento Libero), che chiede al Governo di mandare l'esercito in città.

"Chiariamoci, spiega alla RSI il proponente Nicoletti, Varese non vive una realtà così grave rispetto ad altre città italiane. Con questa votazione, passata con 16 voti a favore su 23, con 6 contrari ed un astenuto, chiediamo al governo di mandare più polizia e carabinieri nelle nostre piazze". Proprio alcuni punti sensibili sono giornalmente agli onori delle cronache locali per episodi di violenza.

"Non chiediamo che arrivino i carri armati, ha proseguito il politico varesino che ha incassato i voti di Lega Nord, Forza Italia e NCD, ma se non è possibile inviare altri carabinieri almeno mandino l'esercito con funzioni di polizia". Il documento andrà ora al Prefetto cui spetterà una decisione, prima di mandarlo a Roma.

sdr

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.